Giuseppe Lazzati logo

Augurio Natalizio (1959)

Natale

Questo messaggio vi arriva per Natale: non può non portarvi un pensiero e un augurio che si intonino alla grande e dolce festa cristiana. Si ha l'impressione che del suo vero senso poco si salvi tra gli stessi cristiani così pronti ai richiami di cui il mondo circonda la festa stessa, conservandone, sia pure, dei valori umani, ma perdendone il più profondo valore religioso.
Questo non può, non deve essere per noi e talvolta verrebbe la voglia di ritrovarci a vivere insieme la celebrazione del grande mistero in calore di preghiera, di vita, di carità che soli danno di esso il vero ed autentico suono. Ma il posto del lievito non è forse nella pasta? Solo sciolto in essa raggiunge il suo fine, acquista il suo vero senso.
Così di noi. Via, dunque, i desideri che possono turbare il senso vero della nostra vocazione: si tratta di vivere il nostro Natale disseminati nella pasta del mondo e di viverlo con tale intensità che il mondo ne avverta il palpito, almeno, chissà, in un'anima che sola non l'avrebbe avvertito.

leggi il testo integrale in pdf

Testo pubblicato in "Il regno di Dio è in mezzo a voi" - Vol.II